Fenomeni Paranormali e Spiritismo: I Circoli Spiritici

Anche conosciute come sedute casalinghe, i circoli spiritici sono delle sedute spiritiche tenute in casa, senza l’aiuto di un medium professionale, con lo scopo di raggiungere la comunicazione diretta con gli spiriti.
A seguito degli esperimenti condotti dalle medium (e sorelle) Fox nel 1848, persone in tutto il mondo iniziarono ad organizzare sedute con gli amici per scoprire quale dei partecipanti sarebbe stato in grado di raggiungere “l’altra parte”.

 The Spiritualis, una rivista settimanale stampata negli anni 70 in Inghilterra, pubblicò in ogni numero istruzioni su come organizzare circoli casalinghi, senza l’aiuto di un medium professionista.

 Secondo le istruzioni, almeno una persona con caratteristiche idonee a fare il medium poteva essere trovato facilmente in ogni famiglia: Le personalità più adatte al ruolo erano quelle impulsive ed estroverse. Persone che non andavano d’accordo o con rancori reciproci non dovevano però mai sedere nello stesso circolo. 

In genere i partecipanti alla seduta dovevano concentrarsi intorno ad un tavolo, tenendosi le mani o piazzandole a palmo aperto su di esso. Secondo il medium James M. Laughton, era importante tenere le sedute sempre nella stessa stanza, in modo tale che gli spiriti si abituassero all’ambiente circostante ed alla routine.

Clifford L. Bias, un altro medium professionista, suggeriva di comporre circoli composti sempre composti da egual numero di uomini e donne, alternati nella catena. Egli era solito organizzare gli incontri sempre alla stessa ora di notte, utilizzando la luce del crepuscolo per la prima parte della seduta e restando nella completa oscurità nella seconda. La stanza, sempre secondo le istruzioni del The Spiritualist, doveva inoltre essere tenuta adeguatamente fredda.

Come tutte le cerimonie di tipo religioso,  anche le sedute dovevano essere introdotte da cantilene o preghiere rivolte agli spiriti. La medium Mable A. Riffle iniziava sempre i suoi incontri con un inno al Signore, in quanto riteneva avesse la capacità di raggiungere rapidamente i piani spirituali.

Per maggiori informazioni, consulta l’articolo relativo alle sedute spiritiche.