Sedute Spiritiche: Il Contatto Indesiderato

Il contatto indesiderato è una entità che si presenta inaspettata durante una seduta spiritica. 
I contatti indesiderati sono importanti perché dimostrerebbero la veridicità del contatto con gli spiriti da parte dei medium.
Nei migliori casi, gli “indesiderati” forniscono informazioni che possono essere verificate solo da poche persone, come familiari o amici del defunto e che quindi non possono essere contraffatte facilmente. Alcuni contatti indesiderati, attraverso il medium, parlano in lingue straniere a lui sconosciute e si manifestano muovendo il tavolo della seduta, battendo colpi o con luci misteriose.

Alcuni contatti indesiderati arrivano e vanno via molto rapidamente, manifestandosi uno o due volte senza chiarire le motivazioni della loro venuta. Altri invece, si inseriscono nella seduta per motivi molto precisi. Come persone sole, che finalmente hanno trovato qualcuno che li possa ascoltare, così i contatti indesiderati amano parlare di loro stessi, di quello che è loro accaduto rivelando informazioni personali che possono essere verificate con una ricerca approfondita.

Uno dei casi più popolare di contatto indesiderato è quello di Harry Stockbridge, uno spirito che si presentò durante una seduta con una tavoletta Ouija di un gruppo di Cambridge, nel 1950. Stockbridge disse di essere stato un secondo luogotenente nei fucilieri di Northumberland e di essere morto nel luglio del 1916. Egli descrisse se stesso ed episodi personali della sua vita prima della morte. Le sue informazioni vennero verificate attraverso gli archivi militari e le testimonianze dei parenti ancora in vita.

Alcuni contatti indesiderati invece non vogliono parlare di se, e il loro scopo è solo quello di portare a termine qualcosa. Uno di questi casi è quellod i Runolfur Runolfsson, un islandese rude e alcolizzato che si presentò nella seduta spiritica di Hafsteinn Rjornsson nel 1937, perché voleva che si trovasse il suo osso mancante.