Miti e Leggende: L'Ogopogo

 

I criminali ricercati spesso hanno taglie sulla loro testa. Ora sembra che anche i mostri mitici siano finiti nel mirino dei bounty hunters. Tra l’Agosto 2000 e il Settembre 2001 tre società che lavorano nelle vicinanze del Lago Okanegan hanno offerto 2 milioni di dollari a chiunque possa dimostrare con prove certe l’esistenza del mostro Ogopogo. Il perché di questo accanimento contro la creatura non è del tutto chiaro. Certo è che vi sono numerose leggende di nativi scomparsi tra le acque del lago.

Il Lago Okanegan si trova in Canada, nella British Columbia. E’ lungo circa 100 miglia e la profondità massima è di quasi 1000 piedi. I nativi della tribu Salish credono che al suo interno viva un terribile serpente gigante, che loro chiamano “N’ha-a-tik”, ossia “Demone del Lago”. Secondo le loro leggende, il mostro vivrebbe all’interno di caverne sul fondo del lago e per questo motivo spesso venivano organizzati riti e cerimonie sacrificali per placare la sua ira.

Già dal 1800 i primi immigrati riportavano strani fenomeni nel lago. Una delle prime storie raccontava di un uomo che cercò di oltrepassare una zona del lago a piedi seguito da due suoi cavalli. Ad un certo punto una strana forza tirò sul fondo gli animali e l’uomo stesso riuscì a salvarsi solo tagliando le redini dei cavalli.

I testimoni dichiarano che la creatura sarebbe lunga più o meno 50 piedi, con la pelle a squame verdastre e una testa simile a quella di un cavallo. Qualcuno ha dichiarato di averlo visto molto da vicino, mentre strisciava sulla riva per cibarsi di vegetazione e di aver notato anche delle piccole zampe lungo il corpo. 

Questo “cugino” americano del mostro di Loch Ness sembrerebbe vivere nei dintorni della città di Kelowna, vicino alla zona centrale del lago. Per molti ricercatori questa zona coincide perfettamente con quella che anticamente era indicata nelle leggende dei nativi come casa del mostro.