Le Meraviglie dell'Egitto

 

L’Egitto rimane una delle culture più antiche e misteriose della storia. Le realizzazioni archeologiche mozzafiato di quella regione non hanno eguali nella storia.

Due dei monumenti più misteriosi d’Egitto sono la Grande Piramide e la Sfinge della Piana di Giza. Il loro scopo è sconosciuto, e si distinguono da sempre come meraviglie architettoniche.

La Grande Piramide di Giza, conosciuta come Chefren, è una delle sette meraviglie del mondo antico e si ritiene sia l’edificio più grande mai costruito sulla Terra. La piramide ha un volume 30 volte superiore a quello dell’Empire State Building e pesa quasi sei milioni di tonnellate. La sua base è di 13,6 ettari. La sua lunghezza è di 230,4 metri per ogni lato e la sua altezza originale era 147 metri. E’ stata costruita utilizzando più di 2.300.000 blocchi di calcare, ognuno con un peso medio di 2,5 tonnellate. Tra le pietre vi è una distanza di 0,02 pollici per consentire l’inserimento del cemento. Le pietre sono disposte con tale precisione, che un singolo foglio di carta non può esservi infilato in mezzo. Le specifiche tecniche di tolleranza sono tali da far impallidire quelle per il posizionamento computerizzato delle piastrelle sullo scafo dello Space Shuttle.

La piramide era ricoperta da un involucro esterno di circa 144.000 mattonelle lucidate di calcare bianco, che potevano far risplendere la piramide a centinaia di chilometri di distanza.

Incredibilmente la Grande Piramide è allineata al Nord geografico meglio dell’osservatorio di Parigi. I suoi quattro lati sono allineati ai punti cardinali, e il leggero scarto nell’allineamento è dovuto allo spostamento nel tempo dell’asse terrestre…non ad errori di progettazione!

Nella vicina Valle dei Templi di Chefren ci sono centinaia di blocchi di pietra il cui peso supera le duecento tonnellate. Secondo il ricercatore Graham Hancock “al momento ci sono solo due gru nel mondo capaci di sollevare pesi di questa portata. In altre parole i costruttori moderni, con i vantaggi di ingegneria e tecnologia a disposizione, riuscirebbero a malapena ad alzare quei blocchi. Non è quindi qualcosa di sorprendente che i costruttori di Giza lavorassero con quei pesi praticamente ogni giorno lavorativo?”.

Negli ultimi decenni, numerosi team internazionali di ingegneri strutturisti, architetti, e scienziati hanno cercato di decifrare i metodi utilizzati nella costruzione della Grande Piramide di Giza. Eppure, neanche con l’attuale tecnologia, siamo ancora in grado di copiare le realizzazioni architettoniche dell’antico Egitto.

Fino ad oggi, nessuno ha trovato alcuna documentazione che descriva perché, quando e come le piramidi e la sfinge sono state costruite. Ancora più sorprendente è il fatto che recenti studi indichino che la Grande Piramide e la Sfinge potrebbero essere state costruite ben più di 12 mila anni fa.

Lungo tutta la storia mitologica dell’antico Egitto troviamo racconti di divinità volanti scese dal cielo per istruire e guidare le masse. Queste divinità si muovevano a bordo di “barche volanti” e “dischi celesti”. Proprio per questo, molti hanno ipotizzato che a fornire questa tecnologia avanzata agli egizi sia stata una razza progredita di extraterrestri.