Fantasmi e Paranormale: Le Infestazioni Spiritiche

Le infestazioni spiritiche sono manifestazioni inspiegabili di fenomeni fisici e sensoriali causate da fantasmi, poltergeist o entità. Spesso un luogo infestato è stato un tempo l’abitazione del deceduto o il punto nel quale è sopraggiunta la morte. Altri luoghi infestati possono includere quelli frequentati o amati dal deceduto, o posti nei quali è stato consumato un delitto o una violenza.

Non è detto che tutti coloro che visitano o vivono in un presunto luogo infestato debbano obbligatoriamente assistere a fenomeni paranormali. Alcuni fenomeni si manifestano con cadenza periodica o continuativa e la durata può essere anche molto breve, nell’ordine di giorni. Alcune infestazioni durano invece per secoli, altre avvengono solo in determinati “anniversari”.

La maggior parte delle infestazioni coinvolgono rumori, come passi misteriosi, sussurri, suoni animali, rantoli, colpi, profumi (specialmente di fiori), sensazioni tattili come brividi sulla pelle o improvvisi abbassamenti della temperatura in una stanza.
Alcune infestazioni sono caratterizzate da fenomeni poltergeist come mobili che si spostano, orologi fermi, vetri o specchi infranti, movimenti di oggetti inanimati. Uno dei rumori più comuni durante una infestazione è il trascinamento per la stanza di mobilio molto pesante.
Le persone presenti all’interno di un locale infestato possono provare emozioni negative, come la rabbia, paura oppure odio. In alcuni casi è possibile addirittura “percepire” una presenza maligna.

E’ convinzione comune che la maggior parte delle infestazioni sia determinata dai fantasmi di persone decedute, specialmente di coloro che sono scomparsi in circostanze tragiche o violente. Tuttavia i fantasmi sono solo un tipo di entità infestante. Oltre ad essi vi sono i poltergeist e spiriti non umani come le fate, gli angeli o i demoni.

Si conosce molto poco del perché le infestazioni abbiano inizio, o perché esse non siano percepite in maniera uguale da tutte le persone. Numerose ipotesi sono state proposte dai ricercatori paranormali, ma nessuna di esse è giunta a soluzioni conclusive.

La maggior parte delle infestazioni possono comunque essere collegate a eventi storici, in genere di natura spiacevole come la morte improvvisa o dolorosa. Spesso alle infestazioni sono collegate anche le maledizioni. Tuttavia vi sono anche infestazioni di tipo “benevolo”, dove i fantasmi hanno atteggiamenti positivi nei confronti dei viventi.

Secondo Frederic W.H. Myers, uno dei fondatori della Società per la Ricerca Psichica di Londra, la maggior parte delle infestazioni sarebbe di tipo frammentario e senza significato. Esse sarebbero in sostanza frammenti, residui di energia lasciati dai viventi dopo la loro morte. Quindi le infestazioni non coinvolgerebbero personalità fantasma ma ricordi di energia che possono essere “percepiti” dai soggetti psichicamente più sensibili. Questo spiegherebbe perché alcune persone assistono a questi fenomeni ed altre no.

Lo parapsicologo Ernesto Bozzano, che ha studiato diverse centinaia di casi di infestazioni,  avrebbe identificato invece cinque motivi in base ai quali si dimostrerebbe come questi fenomeni sarebbero indissolubilmente legati agli spiriti dei morti: i fantasmi dei morti non possono infestare luoghi dove non sono deceduti o non hanno vissuto; le infestazioni sono caratterizzate da movimenti telecinetici di oggetti che suggeriscono un qualche tipo di presenza fisica; la maggior parte delle infestazioni sono legate a situazioni inerenti la morte di qualcuno; le infestazioni sono intermittenti; quando viene praticato un esorcismo e si dicono preghiere le infestazioni terminano.

Una spiegazione per almeno qualcuna delle infestazioni, potrebbe essere quella dei “portali”, proposta da alcuni investigatori dell’occulto. Il portale sarebbe una sorta di apertura verso un’altra dimensione, che consentirebbe agli spiriti di entrare nel nostro mondo fisico. Riferimenti a “portali” sono presenti sin dall’antichità in moltissime culture.
I portali possono essere di tipo naturale oppure associati a luoghi di morte, come i cimiteri o i campi di battaglia. Vi sono inoltre i portali generati in luoghi legati a forti emozioni, come ospedali, scuole, chiese o teatri.

Esistono numerosi rimedi sia popolari che religiosi contro i luoghi infestati. Alcuni di essi sono davvero semplici, come scacciare gli spiriti con una scopa. Altri sono molto più elaborati e richiedono una grande esperienza e preparazione, come nel caso degli esorcismi.