Misteri e Occulto: La Reincarnazione

 

Com’è possibile che un bambino possa parlare in lingue straniere e ricordare dettagli di eventi accaduti molto prima della sua nascita? La reincarnazione è la convinzione che l’anima di una persona possa tornare sulla Terra dopo la morte, prendendo vita in un nuovo corpo. Questa è una credenza tipica delle religioni orientali, legate al concetto karmico della natura. Per questo motivo in religioni come il Buddhismo, è considerato un crimine uccidere qualsiasi creatura vivente, in quanto potrebbe essere la reincarnazione di un defunto. 

Questo modo di intendere il ciclo della vita ha lentamente contaminato anche le società un tempo scettiche, spingendo molte persone a ricercare dettagli di una eventuale vita passata attraverso la regressione ipnotica.

Nel Buddhismo, la reincarnazione è un elemento fondamentale della religione. Buddha stesso disse che il tipo di reincarnazione dipende dalla condotta della vita precedente. Questo è il concetto base del Karma: le azioni che compiamo ci vengono restituite in egual modo. La reincarnazione è quindi fondamentale per la comprensione del mondo e per il raggiungimento dell’illuminazione. Una volta che si è raggiunto questo livello, la catena di reincarnazioni si interrompe e l’anima raggiunge lo stato di “nirvana” o paradiso spirituale.

Alcuni ricercatori attribuiscono problemi come paure irrazionali, incubi ricorrenti e improvvisi problemi di salute proprio alle memorie di vite passate. Per risolvere questo tipo di problematiche, molte persone si sono affidate a sessioni di ipnosi, nel tentativo di scoprire dettagli delle vite precedenti. Gli esperti sono però prudenti su questo tipo di pratiche, soprattutto perché se condotte nel modo sbagliato possono portare a risultati falsati, spesso generati non da un ricordo reale, ma da immaginazioni latenti.

E’ dimostrato che i dettagli di vite passate possono tornare alla mente anche non sollecitati: ssperienze come il “ricordo spontaneo” - quando all’improvviso appare un “flash” di un ricordo passato -  e il “ricordo innescato” - quando un fattore esterno nel mondo fisico agisce da catalizzatore per la memoria - ne sono la dimostrazione. Anche la meditazione yoga si è rivelata utile per risvegliare ricordi di vite precedenti. Tuttavia i risultati sono raggiungibili solo dopo diversi anni di intensa pratica.

Uno dei più famosi casi di “reincarnazione” è quello dell’attore di Hollywood Glenn Ford. Sotto ipnosi, Ford dichiarò di ricordare ben cinque vite precedenti, delle quali la più sensazionale lo vedeva cavaliere della corte del Re Luigi XIV. Ford non conosceva affatto il francese, ma durante le sessioni di ipnosi era in grado di parlare questa lingua fluentemente. Si scoprì in seguito che i suoi dialoghi erano in un particolare tipo di dialetto parigino, in uso nel diciassettesimo secolo.

I ricordi di vite passate da parte di bambini rappresentano spesso le prove più particolari e inconfutabili di reincarnazione, in quanto non sono generalmente inquinati da false storie. Il Dottor Ian Stevenson, uno degli studiosi più importanti in materia, ha scritto articoli molto affascinanti su casi che coinvolgono bambini. Uno di questi trattava dell’episodio accaduto ad una bambina indiana di nome Swarnlata Mishra.

Nel 1951, all’età di tre anni, Swarnlata iniziò a descrivere dettagli su di una donna di nome Biya Pathak, che aveva vissuto nel Katni, una regione distante più di duecento chilometri dalla sua casa. La bambina rivelò che Pathak aveva due figli e che morì nel 1939 a causa di un “male alla gola”. Più il tempo passava, più la bambina riusciva a ricordare dettagli della vita di questa donna, arrivando a descriverne l’abitazione e la città natale. I genitori di Swarnlata decisero quindi di mettersi in contatto con i familiari di questa donna misteriosa, invitandoli ad incontrare la bambina. Quando Swarnlata vide i parenti di Biya, fu in grado di riconoscerli per nome e rivelò di ciascuno dettagli particolari che solo Pathak conosceva. Col passare degli anni le due famiglie svilupparono un rapporto profondissimo e si convinsero, senza alcun dubbio, che Swarnlata era Biya reincarnata in un nuovo corpo.