Miti e Leggende: Il Mostro "Chessie"

 

La Chesapeake Bay, nel New England è la città natale di un’altra creatura molto famosa, chiamata amichevolmente “Chessie”. Questo particolare essere e la sua storia sono interessanti in quanto non bisogna andare molto indietro nel tempo per ricostruirne gli avvenimenti. Infatti la maggior parte degli avvistamenti si sono verificati negli anni 80, e l’animale è stato anche protagonista di un video-documentario amatoriale.

Chesapeake Bay è un lungo corso di acqua che taglia la Virginia dall’Oceano Atlantico, per finire nel Maryland. Il primo avvistamento risale al 1936, quando l’equipaggio di un elicottero militare intravide una non ben identificata figura “rettile” muoversi tra i flutti dell’acqua sottostante. Nel 1978 un uomo di nome Donald Kyker e alcuni suoi conoscenti videro non uno, ma ben quattro serpenti tra le onde del fiume. Kyker, che all’epoca lavorava presso la CIA, venne considerato un testimone molto attendibile.

Ma l’avvistamento più sensazionale vi fu il 31 Maggio del 1982, quando la creatura serpentina si mostrò ai coniugi Robert e Karen Frew. La coppia fu in grado di registrare circa due minuti di avvistamento con la loro telecamera. Si formò un gruppo di ricerca, chiamato Enigma Project, per studiare il filmato, analizzarlo e trarne delle conclusioni, in collaborazione con alcuni studiosi dello Smithsonian Institute. Nonostante non fu possibile trarre conclusioni definitive, si chiarì con certezza che le immagini riproducevano un oggetto animato, “vivo”, di grosse dimensioni e dalla forma serpentina.

Bill Burton, un giornalista del Maryland, negli anni raccolse ben 78 testimonianze di avvistamento, di cui l’ultima risalente al 1995. Attraverso questa mole di informazioni, fu in grado di stilare un profilo piuttosto preciso di Chessie. La sua lunghezza sarebbe di circa 15-20 metri, avrebbe un collo molto lungo e sottile, con una testa dalla forma affusolata. Il colore dell’animale andrebbe dal verde scuro al marrone. L’atteggiamento nei confronti degli umani sembrerebbe poi di assoluta indifferenza.