Misteri e Occulto: I Poteri ESP e la Psicocinesi

 

Le percezioni extrasensoriali (ESP) e la psicocinesi (PK) sono i due poteri che governano tutti i misteri riferibili direttamente alla volontà umana. ESP è l’abilità di sentire o percepire eventi che non sono evidenti ai comuni cinque sensi, mentre la psicocinesi è la forza naturale che può essere utilizzata per influenzare fisicamente il mondo che ci circonda, senza bisogno di contatto. Insieme, questi due talenti sono conosciuti come poteri psichici o PSI e, secondo molti ricercatori, sarebbero insiti in tutti noi. Per gli scienziati, questi poteri altro non sono che imbrogli o trucchetti magici abilmente camuffati, in quanto non è possibile testarne la veridicità all’interno dei laboratori.

I poteri psichici esistono e sono conosciuti da secoli, spesso sotto altri nomi come chiaroveggenza o telepatia. Si ritiene che gli animali abbiano “l’istinto” ossia dei “sensi” con caratteristiche difficili da far rientrare nei classici cinque. Ad esempio, cani addestrati possono “sentire” quando il loro padrone epilettico sta per avere un attacco, avvisando per tempo chi potrebbe intervenire in aiuto.
Secondo i fautori dell’ESP, tutti noi avremmo queste “doti speciali” nascoste negli istinti naturali ma a causa della vita moderna le avremmo inconsciamente relegate in uno stato di “dormienza”.

I primi test scientifici per lo studio dei poteri ESP vennero condotti negli anni 30 ad opera del Dott. Joseph Banks Rhine. Rhine era scienziato presso l’Università Duke di Durham e fu l’inventore dell’oggi classico test ESP delle carte da indovinare. Rhine chiedeva al soggetto quale immagine, tra le cinque possibile ( cerchio, quadrato, segno positivo, stella, onda) era ritratta nella carta che aveva nella mano. Il mazzo conteneva 25 carte e il numero di immagini indovinate era il parametro per l’identificazione di un eventuale potere ESP. Rhine concluse che l’ESP era un fenomeno genuino che poteva essere influenzato dal soggetto coinvolto nell’esperimento. Se la persona è rilassata ed a suo agio le percentuali di riuscita aumentavano. Al contrario, se il soggetto era ansioso, annoiato o spaventato le probabilità di successo tendevano a diminuire. Eventi traumatici o fonti di profondo stress nella storia passata provocherebbe nelle persone una maggiore ricettività verso questi “sensi” potenziati.

Coloro che si definiscono “psichici” dicono di essere in particolare armonia con i loro poteri interiori e capaci di provare sensazioni inspiegabili con la stessa facilità con la quale le persone normali vivono quotidianamente i loro cinque sensi. Proprio gli “psichici” sono spesso il motivo del profondo scetticismo degli scienziati nei confronti del fenomeno ESP. Molti identificano queste persone come ciarlatani, o nei casi migliori abili illusionisti. L’impossibilità di ripetere un test ESP ottenendo lo stesso risultato due volte, ne dimostrerebbe la non validità scientifica e lo relegherebbe ad un semplice gioco di fortuna. I ricercatori hanno inoltre dichiarato con fermezza che non vi è forza conosciuta percepibile o manipolabile dal cervello umano.

In sostanza la visione razionale delle cose boccia su tutti i fronti l’esistenza di qualsiasi forza la cui esistenza non possa essere dimostrata o testata dalla scienza. Tuttavia è anche vero che la percezione di questi poteri da parte della gente è completamente diversa, e recenti sondaggi hanno dimostrato che quasi due terzi della popolazione americana dichiara di aver vissuto nella vita almeno un episodio riconducibile a fenomeni ESP.

Esistono quindi forze che possiamo sentire e controllare, ma che la nostra intelligenza non è ancora in grado di comprendere?