Fantasmi e Paranormale: I Fantasmi di Bell Witch

Il famoso caso di infestazione di Bell Witch, verificatosi nel periodo precedente la guerra civile americana, coinvolse fenomeni di poltergeist e di creature spettrali, e arrivò a tormentare un uomo fino alla morte.

John Bell era un ricco contadino che possedeva mille acri vicino Adams, nel Tennessee. L’uomo aveva una bellissima moglie e otto figli. Nel 1817 le loro vite vennero inspiegabilmente sconvolte. I primi segni furono delle creature spettrali, apparse allo stesso Bell. La prima era sotto forma di un grande cane nero, che si dissolse nel nulla dopo che il contadino fece fuoco con il suo fucile. L’altra presenza aveva invece le fattezze di un grande uccello.

Dopo le prime due apparizioni, la casa venne letteralmente invasa da fenomeni paranormali, come fortissimi colpi sulle pareti, porte che sbattevano e scritte che si materializzavano sulle porte e sui vetri delle finestre. Durante la notte erano udibili lamenti di animali provenienti dal giardino fuori casa, e dietro le porte si sentiva il rumore di animali che graffiavano. Queste manifestazioni andarono avanti per più di un anno.

In seguito le attenzioni delle presenze si focalizzarono sui membri della famiglia. Di notte le lenzuola venivano tirate via dai letti, e mani invisibili “schiaffeggiavano” i poveri inquilini nel sonno. In particolare oggetto degli attacchi era la figlia dodicenne dei Bell, Betsy che riportò anche graffi su tutto il corpo.

In un primo momento, i Bell pensarono di tenere questa storia per loro, ma gli attacchi divennero talmente intollerabili che decisero di chiedere aiuto al vicino di casa, James Johnson. L’uomo scoprì che gli spiriti erano in qualche modo intelligenti ed era possibile tenerli temporaneamente lontani minacciandoli nel nome del Signore. In breve tempo la storia dell’infestazione fece il giro di tutto il paese e la casa dei Bell divenne oggetto di grande curiosità.

Lo spirito nella casa ad un certo punto iniziò a emettere suoni ed in alcune occasioni a parlare anche. Dichiarò di avere diverse identità: “Io sono lo spirito di ovunque, del Paradiso, Dell’Inferno e della Terra. Io sono nell’aria, nelle case ed in ogni posto in ogni momento. Io sono stato creato milioni di anni fa. Questo è tutto quello che ti è dato sapere”. In un’altra occasione disse invece di essere lo spirito di una persona sepolta nella foresta vicino alla casa, e di essere stato disturbato dal suo riposo eterno. Disse che le sue ossa erano state sparpagliate, e che alcune erano sotto le fondamenta della casa. I Bell scavarono in tutto il circondario, ma non trovarono tracce di ossa.

In una terza occasione, lo spirito disse di essere il fantasma di un vecchio immigrato e di avere un tesoro sepolto sotto la casa. Invitò la famiglia Bell a scavare in un punto preciso del loro giardino per dissotterrare una cassa, ma dopo che la famiglia ebbe cercato per ore fino a notte fonda li schernì con una grassa risata, confessando che si trattava di uno scherzo.

In città iniziò a girare voce che l’infestazione fosse opera di una strega. Lo spirito quindi colse l’occasione per una successiva comunicazione, nella quale annunciava di essere la strega Kate Batts, e che il suo obiettivo era di tormentare Jack Bell per tutta la vita. Da allora lo spirito venne chiamato “Kate”.

“Kate” da allora visitò la famiglia Bell tutti i giorni, e visitò anche molte altre case di Robertson County infastidendo tutti con i suoi improvvisi discorsi nel mezzo della notte. “Kate” fece predizioni sul futuro, preannunciando la Guerra Civile e le due Guerre Mondiali nel 20esimo secolo. Ma il suo obiettivo primario rimase sempre “il vecchio Jack”, così chiamava John Bell, e la piccola Betsy che ostacolò in tutti i modi durante il periodo di fidanzamento con un giovane di nome Josh Gardner. Al contrario “Kate” non disturbò mai gli altri membri della famiglia Bell.

Le vicissitudini dei Bell divennero così famose che il Generale Andrew Jackson decise di incontrarli, ingaggiando per loro un famoso “cacciatore di streghe” esperto di esorcismi. Quando l’uomo arrivò all’ingresso del viale della casa, la carrozza si fermò e i cavalli si rifiutarono di muovere un passo, costringendo l’esorcista ad avanzare a piedi.

Quella stessa notte “Kate” annunciò la sua presenza con fortissimi rumori di passi. Il cacciatore di streghe, armato di una pistola con proiettili di argento cercò invano di colpire le ombre dello spirito, ricevendo in cambio dei sonori schiaffi in volto.

Nei mesi successivi John Bell cadde vittima di febbri improvvise e molto alte, delle quali “Kate” dichiarò di essere la causa. Alla fine, dopo lunghe sofferenze, John Bell venne ritrovato un mattino morto nel suo letto. I familiari successivamente scopriranno che le tisane mediche dell’uomo erano state sostituite con un liquido misterioso che, somministrato per prova ad un gatto, ne provocarono la morte immediata. Si dedusse quindi che John Bell venne letteramente “avvelenato” da “Kate”, la quale, scoperto l’inganno, scoppiò in una fragorosa risata che riecheggiò per tutte le stanze della casa.

Dopo la morte di John Bell le apparizioni di “Kate” diminuirono, e addirittura lo stesso spirito incoraggiò più volte il matrimonio della piccola Betsy con Gardner. La ragazza, spaventata, fece l’opposto e sposò un altro uomo, Dick Powell. A quel punto “Kate” annunciò che sarebbe andata via per sette anni.

Come promesso, allo scoccare del settimo anno “Kate” ritornò nella casa, infastidendo i restanti membri della famiglia Bell e le relative nuove famiglie. Questa volta i Bell tennero segreta la presenza dello spirito, che dopo due settimane sembrò andar via. Prima di lasciare per la seconda volta la casa, “Kate” annunciò il suo ritorno dopo 107 anni (nel 1937).

Il 1937 arrivò senza incidenti, ma ancora oggi l’intera area intorno a quella che era la fattoria Bell si ritiene infestata dagli spiriti.

Nota:

Nelle vicinanze della Fattoria Bell è stata rinvenuta, moltissimi anni dopo gli avvenimenti narrati, una caverna. Vicino al suo ingresso vi è un cimitero indiano più volte profanato negli anni per costruire delle strade di collegamento alle città vicine. Le ossa portate alla luce sarebbero state depositate, alla rinfusa, insieme ad altri materiali di scarto nelle profondità della caverna.

Strani fenomeni sono stati rilevati all’imboccatura di questa grotta: molte fotografie rivelano immagini completamente nere, e in altre invece persone o oggetti fotografati scompaiono dall’immagine. Inoltre numerosi sono gli avvistamenti di sfere di luce al suo interno.

Per diversi investigatori del paranormale, come Troy Tailor, la caverna rappresenterebbe una porta di passaggio interdimensionale.