Gli Alieni di Holloman

 

Una leggenda moderna, largamente circolata ma mai verificata, racconta che gli alieni siano sbarcati tempo fa presso la base militare di Holloman nel New Mexico e abbiano tenuto una conferenza con i rappresentanti del governo e delle forze militari terrestri. L’evento viene fissato tra il 1964 e il 1971. Questa storia è emersa sotto curiose circostanze. Robert Emenegger e Allan Sandler, due ricchi uomini d’affari di Los Angeles, si erano recati presso la base militare di Norton in California per discutere la realizzazione di un documentario su alcuni progetti militari avanzati.

La discussione ben presto si allargò per includere nel documentario anche altri soggetti, uno di questi relativo alle forze aeree e gli UFO.  A questo punto il loro referente interno alla base, Paul Shartle, confidò loro che nel maggio 1971 erano state effettuate delle riprese relative ad un evento straordinario. Un disco volante era atterrato nella base, e tre esseri ne uscirono fuori. Shartle, che dichiara di aver visto questa ripresa in 16mm,  dichiarò che gli esseri avevano dimensioni umane, ma con la pelle grigia. Essi indossavano delle tute molto aderenti, una sorta di casco che sembrava avere funzioni di comunicazione tra di loro e uno strano apparecchio tra le mani, che fungeva da “traduttore” universale.

Emenegger dichiara di essere stato condotto in visita a Holloman e di aver visto l’hangar che ospitava il disco volante e la sala nella quale si sarebbe tenuta la conferenza. A seguito di una serie di divieti sulla divulgazione dei filmati originali, però, il progetto del documentario venne cancellato.

Nel 1982 l’ufologa e filmmaker Linda Moulton incontrò il Sergente Richard Doty, un agente AFOSI presso la base militare di Kirtland.  Doty, alla richiesta di informazioni sull’affare Holloman, confermò i dettagli dell’incontro alieno, spostandolo però al 25 Aprile 1964. Il militare mostrò alla ricercatrice anche diversi documenti, che riportavano dettagli relativi all’incontro. Promise anche di fornire un estratto del filmato dell’incontro, che però non presentò mai.

Diversi anni dopo, Richard Doty risultò essere tra i principali sospetti partecipanti al gruppo segreto Majestic 12, che studiava per conto del governo americano i resti alieni sulla terra, occupandosi anche dell’insabbiamento di tutte le eventuali prove.

Nel 1980, la leggenda crebbe di dimensioni e si arricchì di ulteriori dettagli. Un teorico della cospirazione, William Cooper, dichiarò di essere venuto in possesso di documenti segretissimi relativi agli incontri tra governo e alieni. Secondo Cooper il primo incontro sarebbe avvenuto nel 1954. Ufficiali e alieni si accordarono per uno scambio: gli alieni avrebbero fornito al governo tecnologie avanzate, mentre il governo si impegnava a non interferire negli esperimenti alieni sugli esseri umani ( i cosiddetti rapimenti alieni).

Cooper scrisse diversi libri sull’argomento, includendo presunti e bizzarri documenti su questa “sinistra macchinazione”. Secondo Cooper lo stesso Presidente Kennedy sarebbe stato assassinato perchè in procinto di rendere pubblico “l’accordo alieno” al popolo americano.