Fantasmi e Paranormale: L' Apparizione degli Angeli di Mons

Questa è la storia di una curiosa apparizione angelica che avrebbe salvato numerosi soldati francesi e inglesi dalla morte nella battaglia di Mons, in Belgio durante la Prima Guerra Mondiale.

Tra il 26 e il 28 Agosto 1914, durante le prime fasi della guerra, le truppe congiunte francesi e inglesi si appostarono vicino Mons pronte ad ingaggiare battaglia con i tedeschi, convinti di avere facile vittoria. Al contrario le truppe furono sopraffatte dall’artiglieria tedesca, perdendo più di 15,000 uomini solo nella prima fase dello scontro.

I sopravvissuti furono costretti alla ritirata, inseguiti dalle truppe nemiche. A seguito di questo, iniziarono a circolare voci che i soldati in ritirata avevano visto dei combattenti fantasma a cavallo accorsi in loro difesa. Da questo racconto, il giornalista inglese Arthur Machen trasse una breve storia intitolata “Gli Arcieri”, nella quale si raccontava come i soldati in ritirata fossero stati protetti da arcieri e soldati medioevali risorti dalla battaglia di Agincourt (vicino Mons, appunto) avvenuta nel 15esimo secolo. La storia venne pubblicata il 14 Settembre del 1914 sul London Evening News. Immediatamente dopo la pubblicazione il giornale ricevette numerose conferme dell’evento. Alcuni reduci dichiararono di aver visto davvero quei fantasmi. Qualcuno disse di aver visto addirittura l’Arcangelo Michele, altri Giovanna D’Arco, altri ancora il fantasma di San Giorgio (eroe nazionale). Le suore che all’epoca assistettero i feriti a morte, dichiararono che questi ultimi spirarono in uno stato di esaltazione e gioia a seguito delle visioni.

Molto probabilmente la storia dei fantasmi di Mons è frutto di fantasia o di una genuina distorsione della realtà. In ogni caso i testimoni sono fermi nelle loro posizioni, ribadendo di aver chiaramente assistito a quei fenomeni. E’ tuttavia possibile che queste visioni siano state il frutto dello stress, della paura e della sofferenza derivata dal momento.

Per qualcuno, invece, le visioni non erano altro che le anime dei soldati appena morti nella battaglia.